UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

Tutto il fai da te sui calci, realizzazioni manutenzione ecc...

Moderatore: libellule

Messaggio
Autore
Avatar utente
sandro58
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 11866
Iscritto il: dom 13 feb 2011, 19:01
9
Località: (Arezzo)
Le mie Armi: Gamo Cf20f+Nikko 4÷16x44
Hw977 depo+Zos 6÷24x50
Umarex Smith & W. M&P 40
Qualcosa col botto >7.5 J
Età: 62

UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#1 Messaggio da sandro58 »

Apro questo topic per sottolineare l'IMPORTANZA dell' unione tra la parte meccanica e la calciatura delle nostre A.C.
Nelle armi da fuoco di precisione, questo viene effettuato stringendo le viti di unione con chiavi dinamometriche, e in gran parte dei casi dopo aver eseguito dei bedding di alloggiamento dell' azione sul calcio. Spesso vengono inserite delle apposite boccole (pilastri) sulla calciatura per conferire maggiore stabilità, nei punti di passaggio e quindi di serraggio dei bulloni (pillar bedding).

Adesso vorrei sapere da voi, come vi regolate per il serraggio delle viti, negli smontaggi e rimontaggi delle nostre carabine.

Questo anche perche', a me durante i frequenti smontaggi della Gamo CF20F e' successo di danneggiare gli alloggiamenti delle viti anteriori sulla calciatura.
Sicuramente, in modo ignorante, ho stretto le viti in modo esagerato, per timore che si allentassero durante le sessioni di tiri.
Non avendo chiave dinamometrica e nemmeno sapendo quale fosse la giusta coppia di serraggio delle viti, tira oggi e tira domani, la sottile sezione di legno presente in quel punto ha ceduto scheggiandosi verso l' interno e rendendo la carabina meno precisa, a causa dei micromovimenti tra legno e meccanica, che si verificano al momento del tiro ( molla, pistone ecc. in movimento dinamico).

Per questa ragione, da qualche tempo, nelle risposte ad alcuni topic, sconsiglio di aprire le carabine se non c'è una reale necessità; il 90% di noi (me compreso) rimonta la carabina in maniera casuale senza avere la reale consapevolezza della coppia di serraggio necessaria per un corretto funzionamento dell'arma.
Un serraggio debole puo' causare spostamenti o addirittura danneggiare viti, sedi e alloggiamenti, per contro un serraggio troppo forte crea tensione nell' arma mettendo in flessione tra di loro calciatura e fusto (si può notare che stringendo maggiormente la vite sotto la guardia il tiro si abbassa e allentandola un pò il tiro si alza).

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate di questo argomento, e magari avere un consiglio, da parte dei tanti falegnami ed esperti in materia di legno, del forum, su come potrei riparare la mia calciatura.

Saluti a tutti. :cheers:



ps.: chiedo scusa per le foto, viste in macchina non sembravano così penose, in ogni caso mi sembra che si distingua bene la scheggiatura del legno, più marcata sul lato destro.
Allegati
IMG_0014.JPG
IMG_0015.JPG
IMG_0017.JPG
IMG_0018.JPG
IMG_0019.JPG
Sandro
"Flectere si nequeo superos, Acheronta movebo"

Immagine

Immagine
Il laboratorio di sandro58
--------------------

Avatar utente
luciano59
Maestro di tuning
Maestro di tuning
Messaggi: 4146
Iscritto il: ven 16 set 2011, 19:13
9
Località: torino
Le mie Armi: umarex-beretta 92 fs
Età: 61

Re: UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#2 Messaggio da luciano59 »

Hai ragione Sandro, sembra un problema da poco invece non lo è, bisognerebbe conoscere la coppia di serraggio, per fare un montaggio corretto :cheers: :cheers:
Le nostre parole non valgono nulla se non le confermiamo con i fatti
Luciano

Avatar utente
sandro58
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 11866
Iscritto il: dom 13 feb 2011, 19:01
9
Località: (Arezzo)
Le mie Armi: Gamo Cf20f+Nikko 4÷16x44
Hw977 depo+Zos 6÷24x50
Umarex Smith & W. M&P 40
Qualcosa col botto >7.5 J
Età: 62

Re: UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#3 Messaggio da sandro58 »

E soprattutto per non spaccare tutto come ho fatto io, :bluwall:
Quando smonti la 977 cerca di fare attenzione a come è stretta in modo da poter "imitare" il serraggio della casa madre, che penso che non sia esasperato, e magari aiutato da un buon frenafiletti di media forza.
Ciao Luciano :cheers:
Sandro
"Flectere si nequeo superos, Acheronta movebo"

Immagine

Immagine
Il laboratorio di sandro58
--------------------

Avatar utente
luciano59
Maestro di tuning
Maestro di tuning
Messaggi: 4146
Iscritto il: ven 16 set 2011, 19:13
9
Località: torino
Le mie Armi: umarex-beretta 92 fs
Età: 61

Re: UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#4 Messaggio da luciano59 »

sandro58 ha scritto:E soprattutto per non spaccare tutto come ho fatto io, :bluwall:
Quando smonti la 977 cerca di fare attenzione a come è stretta in modo da poter "imitare" il serraggio della casa madre, che penso che non sia esasperato, e magari aiutato da un buon frenafiletti di media forza.
Ciao Luciano :cheers:
:yes: sicuro ciao Sandro :cheers:
Le nostre parole non valgono nulla se non le confermiamo con i fatti
Luciano

Avatar utente
pongoblu
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5776
Iscritto il: mer 5 ago 2009, 8:05
11
Località: Prov. Firenze
Le mie Armi: .cfx
.hatsan torpado 100
.diana 35 + diopter
.diana 52
.bsf S54 bayern
.sako finnfire range.22
Età: 50

Re: UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#5 Messaggio da pongoblu »

Mi dispiace che ti si sia danneggiata la calcinatura in quel punto.
Io ho anche un' arma sportiva a fuoco e non ho mai osato smontare il calcio dall'azione per i motivi che hai detto..... non avendo la chiave dinamometrica appunto.

Per la AC il timore che si allentino le viti è normale con tutte quelle botte che piglia.... e poi è gamo.

Il frena filetto potrebbe essere una soluzione, ma se l'intenzione è quella di smontare e poi rimontare è un po scomodo, io l'ho usato fino a quando non mi sono stufato.

Allora misi tra l'azione e la calcinatura intorno alle viti una piccola o-ring ... almeno così isolavo il calcio dall'azione ma la precisione andò a farsi benedire.
Spostai gli o-ring nella parte esterna tra vite e calcio, da allora le ho lasciate li; le viti non le ho mai trovate allentate e non occorre stringere tanto.
:happy:

Avatar utente
sandro58
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 11866
Iscritto il: dom 13 feb 2011, 19:01
9
Località: (Arezzo)
Le mie Armi: Gamo Cf20f+Nikko 4÷16x44
Hw977 depo+Zos 6÷24x50
Umarex Smith & W. M&P 40
Qualcosa col botto >7.5 J
Età: 62

Re: UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#6 Messaggio da sandro58 »

Grazie Andrea, :handshake:
è una buona soluzione di fissaggio, che adotterò dopo che sarò riuscito a riparare le parti scheggiate!!
Ho una mezza idea di come potrei fare, ma volevo anche sentire qualche parere dei nostri amici falegnami, prima di tentare.
Un salutone!! :cheers:
Sandro
"Flectere si nequeo superos, Acheronta movebo"

Immagine

Immagine
Il laboratorio di sandro58
--------------------

Avatar utente
Abram
Supporter
Supporter
Messaggi: 8495
Iscritto il: ven 9 ott 2009, 11:12
11
Località: Asola
Età: 70

Re: UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#7 Messaggio da Abram »

Sandro, per la scheggiatura penso sia riparabile abbastanza facilmente.
Ti servono un paio di blocchetti di legno tenero e un morsetto o strettoio che dir si voglia.
Sagomi uno dei blocchetti in modo che ricalchi la faccia interna della cava interessata dalla scheggiatura, poi devi sollevare con una lama la scheggia sfruttando l'elasticità del legno e far filtrare una buona colla vinilica o alifatica magari aiutando la penetrazione con una spatolina sottile. A questo punto isoli la zona con un pezzo di carta per carrozzeria e stringi con lo strettoio il blocchetto sagomato contro la scheggiatura. L'altro blocchetto serve solo per non appoggiare con lo strettoio direttamente sul legno esterno dell'astina altrimenti rischi di segnarlo.
La carta serve per evitare che la colla, sbordando dalla scheggiatura, incolli anche il blocchetto di legno.
Aspetti che la colla sia asciutta (24 ore sono un tempo garantista) e sei a posto. Se è una buona colla l'incollaggio è più resistente del legno stesso.

Per tutto il resto hai ragione ma purtroppo si deve andare a buon senso visto che non ho mai trovato una pubblicazione, e non parliamo dei manuali, che riporti i Nm di serraggio delle viti delle nostre amiche. Non metto frenafiletti ma solo una rondella antisvitamento tra legno e testa delle viti.
Ciao.
Ennio

Avatar utente
sandro58
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 11866
Iscritto il: dom 13 feb 2011, 19:01
9
Località: (Arezzo)
Le mie Armi: Gamo Cf20f+Nikko 4÷16x44
Hw977 depo+Zos 6÷24x50
Umarex Smith & W. M&P 40
Qualcosa col botto >7.5 J
Età: 62

Re: UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#8 Messaggio da sandro58 »

Grazie Ennio!! :handshake:
Ottimi consigli, e' un modo a cui avevo pensato di agire, anche se un pò di colla vinilica avevo già provato a inserirla nella scheggiatura, magari in un modo un po troppo semplicistico.
Tant'è che forse per colpa del metodo, forse a causa dell' olio al silicone assorbito in quel punto dal legno, l'incollatura ha resistito pochi giorni.
Ora devo provare a farla in modo più "professionale", come mi suggerisci tu.
Tantissimi saluti!! :cheers:
Sandro
"Flectere si nequeo superos, Acheronta movebo"

Immagine

Immagine
Il laboratorio di sandro58
--------------------

Avatar utente
nicola
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 37189
Iscritto il: mar 30 nov 2010, 11:57
10
Età: 62

Re: UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#9 Messaggio da nicola »

caro Sandro, anche sulla mia D460 Depo ho un problema del genere :bluwall:
a me non si è scheggiata, ma la rondella di cui fa menzione Ennio, quella a mo di stelletta anzi sembra un'elica con le pale leggermente ritorte, mi ha consumato un pò di legno della battuta del foro
ho provveduto a interporre delle rondelline di ottone tra legno ed eliche, per evitare che queste ultime continuassero a tritare il legno, ma anche per portare allo spessore originario la battuta
ho anche notato che questi fori non essendo trattati da alcun tipo di vernice o fondo, legno nodo e crudo, sono fragili,
se avessi a disposizione qualche goccia di resina 2000, quella delle barche, impregnante e indurente, sarebbe l'ideale, unico problema le confezioni più piccole sono da 700 cl + catalizzatore, e io la barca non ce l'ho :sad:
interessante la soluzione di Andrea (Pongoblù) al prossimo smontaggio ci provo :whink:
per l'incollaggio, hai il problema che il legno si sia impregnato di silicone, prima di procedere, vai da un carroziere, hanno il diluente per silicone, ne prendi un pò e con dei batuffoli cerchi di sgrassare, non so se funzionerà, comunque meglio provare :whink:
un saluto
:friends:
Nicola
Immagine Immagine

Si è fuori, il giudizio degli altri

Il mio laboratorio

Avatar utente
gtrevize1
Supporter
Supporter
Messaggi: 2076
Iscritto il: mer 15 set 2010, 20:35
10
Località: Lodi
Le mie Armi: Savoir-faire...
Età: 61

Re: UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#10 Messaggio da gtrevize1 »

sandro58 ha scritto:Grazie Ennio!! :handshake:
Ottimi consigli, e' un modo a cui avevo pensato di agire, anche se un pò di colla vinilica avevo già provato a inserirla nella scheggiatura, magari in un modo un po troppo semplicistico.
Tant'è che forse per colpa del metodo, forse a causa dell' olio al silicone assorbito in quel punto dal legno, l'incollatura ha resistito pochi giorni.
Ora devo provare a farla in modo più "professionale", come mi suggerisci tu.
Tantissimi saluti!! :cheers:
La colla vinilica la devi usare solo in funzione di una pressatura come ti consiglia Ennio, se no è addirittura controproducente, non riesci più a toglierla e ad un nuovo incollaggio non fa più tenuta :handshake:
Mauri
I Tassi AirgunsItaly Team Lodi

ImmagineImmagine

Avatar utente
sandro58
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 11866
Iscritto il: dom 13 feb 2011, 19:01
9
Località: (Arezzo)
Le mie Armi: Gamo Cf20f+Nikko 4÷16x44
Hw977 depo+Zos 6÷24x50
Umarex Smith & W. M&P 40
Qualcosa col botto >7.5 J
Età: 62

Re: UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#11 Messaggio da sandro58 »

Grazie Mauri. :handshake:

Per Nicola:
Non mettere ulteriori rondelle che creano spessore dentro le sedi delle viti anteriori.
E' proprio l'errore che ho fatto io, inizialmente si recupera il gioco prodotto dallo schiacciamento del legno, ma poi le rondelle aggiuntive sono quelle che fanno in modo che si possa stringere eccessivamente e funzionano da estrattore sul legno, spingendo verso l'interno.
Sostituiscile quanto prima con degli o-ring, come suggerisce Pongoblu.
Quelli prima di danneggiare il legno si schiacciano ed eventualmente si danneggiano loro, ma basta sostituirli ogni tanto per tornare a una buona condizione di serraggio.
Un saluto a tutti :cheers: :cheers: :cheers:
Sandro
"Flectere si nequeo superos, Acheronta movebo"

Immagine

Immagine
Il laboratorio di sandro58
--------------------

Avatar utente
sandro58
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 11866
Iscritto il: dom 13 feb 2011, 19:01
9
Località: (Arezzo)
Le mie Armi: Gamo Cf20f+Nikko 4÷16x44
Hw977 depo+Zos 6÷24x50
Umarex Smith & W. M&P 40
Qualcosa col botto >7.5 J
Età: 62

Re: UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#12 Messaggio da sandro58 »

Stavo anche pensando di sfondare le sedi danneggiate con punta da 10.5 mm e applicare due boccolette filettate, realizzate al tornio, in legno abbastanza duro, della lunghezza di 7÷8 mm, quindi un po' più lunghe (e presumo resistenti) della sezione originale, con gioco di 0.1÷0.15 mm, solo lo spazio per la colla.
Il quesito è: che tipo di colla si potrebbe usare, in quella situazione è da escludere qualsiasi utilizzo di strettoio, ma solo unione per aderenza della colla utilizzata sul legno.
Saluti. :cheers:
Sandro
"Flectere si nequeo superos, Acheronta movebo"

Immagine

Immagine
Il laboratorio di sandro58
--------------------

Avatar utente
Abram
Supporter
Supporter
Messaggi: 8495
Iscritto il: ven 9 ott 2009, 11:12
11
Località: Asola
Età: 70

Re: UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#13 Messaggio da Abram »

Sandro, nell'incollaggio lo spessore del film di colla dev'essere il minore possibile, quindi incollare con giochi di 1 decimo o un decimo e mezzo è concettualmente sbagliato.
A questo punto io farei due pillar in ottone con battuta piana all'esterno e svasata all'interno e lo incassi nel legno. Foro passante centrale pari al gambo della vite e non ci pensi più.
Pillar.jpg
Pillar.jpg (5.36 KiB) Visto 593 volte
Lo fissi con colla epossidica che aiuterà ma la resistenza sarà a carico del diametro maggiorato della battuta del pillar.
Ovviamente dovrai sostituire le viti con altre a testa svasa.
Ciao.
Ennio

Avatar utente
luciano59
Maestro di tuning
Maestro di tuning
Messaggi: 4146
Iscritto il: ven 16 set 2011, 19:13
9
Località: torino
Le mie Armi: umarex-beretta 92 fs
Età: 61

Re: UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#14 Messaggio da luciano59 »

Per quanto riguarda il serraggio delle viti, al posto del frena filetti si può usare un filino di pasta rossa/bianca, quella per motori per intenderci, rimane sempre elastica e impedisce alla vite di girare (rimane come una sorta di vite autobloccante) :handshake: :cheers: :cheers:
Le nostre parole non valgono nulla se non le confermiamo con i fatti
Luciano

Avatar utente
nicola
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 37189
Iscritto il: mar 30 nov 2010, 11:57
10
Età: 62

Re: UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#15 Messaggio da nicola »

sandro58 ha scritto:Grazie Mauri. :handshake:

Per Nicola:
Non mettere ulteriori rondelle che creano spessore dentro le sedi delle viti anteriori.
E' proprio l'errore che ho fatto io, inizialmente si recupera il gioco prodotto dallo schiacciamento del legno, ma poi le rondelle aggiuntive sono quelle che fanno in modo che si possa stringere eccessivamente e funzionano da estrattore sul legno, spingendo verso l'interno.
Sostituiscile quanto prima con degli o-ring, come suggerisce Pongoblu.
Quelli prima di danneggiare il legno si schiacciano ed eventualmente si danneggiano loro, ma basta sostituirli ogni tanto per tornare a una buona condizione di serraggio.
Un saluto a tutti :cheers: :cheers: :cheers:
Sandro, purtroppo la famosa rondella-elica-frullatore, il legno se lo ha già magiato :bluwall:
ecco perchè le rondelline sottilissime di ottone, oltre a non far mangiare altro legno, hanno ristabilito la gista distanza per le vite-perni

comunque la soluzione finale di Ennio è da prendere seriamante in considerazione, avremmo una seria e sicura tenuta, solo che l'intervento deve essere chirurgico (scusate la battuta :laugh: ), con delle punte a mo di fresa, che guidate dal foro esistente crei l'alloggio per il Pillar
anzi suggerirei un legno duro di altra essenza, per dare un tocco di .........(fate voi)
:friends:
Nicola
Immagine Immagine

Si è fuori, il giudizio degli altri

Il mio laboratorio

Avatar utente
sandro58
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 11866
Iscritto il: dom 13 feb 2011, 19:01
9
Località: (Arezzo)
Le mie Armi: Gamo Cf20f+Nikko 4÷16x44
Hw977 depo+Zos 6÷24x50
Umarex Smith & W. M&P 40
Qualcosa col botto >7.5 J
Età: 62

Re: UNIONE TRA MECCANICA E CALCIATURA

#16 Messaggio da sandro58 »

Le soluzioni e le idee cominciano a prendere forma , come mi aspettavo con gente come voi
Quello che sara' fatto dovra essere fatto con precisione chirurgica come ha detto Nicola, a causa dello spazio di manovra ristrettissimo dove dovremo operare.
Ho fatto un piccolo schema che posto in foto; la sezione di dx dove non ho disegnato la vite dovrebbe essere la situazione originale prima del danno.
Il pillar quindi, che si tenti di realizzarlo in legno duro o in ottone (ma dovrebbe essere godronato per migliorare l' aderenza) dovra' avere delle dimensioni molto piccole almeno in lunghezza.
L' eventualita' di sostituire le viti con quelle a testa svasata sarebbe la preoccupazione minore.

Quei salami della gamo hanno fatto i fori a~ 90° tra di loro, convergenti verso il centro del fusto in quel modo lo spessore del legno che sopporta lo sforzo è veramente esiguo.
Nella HW per esempio hanno messo due staffette saldate al fusto e sono andati a forare il legno in una sezione molto piu' resistente.

Un cordialissimo saluto a tutti!! :handshake:

:cheers: :cheers: :cheers:
Allegati
IMG_0001.JPG
IMG_0001.JPG (41.43 KiB) Visto 575 volte
Sandro
"Flectere si nequeo superos, Acheronta movebo"

Immagine

Immagine
Il laboratorio di sandro58
--------------------

Torna a “Calciature”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti