HW35 Restyling by Hudson & Libe 1° parte

Tutto il fai da te sui calci, realizzazioni manutenzione ecc...

Moderatore: libellule

Messaggio
Autore
Avatar utente
libellule
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 10499
Iscritto il: sab 19 mag 2012, 12:17
8
Località: Forlì
Le mie Armi: AC
-HW 977 4.5
-Valtro 92 4.5
-Hatsan BT65 5.5
-AGT Vulcan 5.5
-...... cal. 25.

FUOCO
-CZ 455 Varmint
-Beretta 1934 cal. 7.65
Età: 55

HW35 Restyling by Hudson & Libe 1° parte

#1 Messaggio da libellule »

Sono stato contattato diversi mesi fa dall’amico Matteo, alias Hudson, per info riguardo la calciatura di una stupenda ed usatissima HW35 degli anni 70, che era in procinto di acquistare
La calciatura, almeno dalle foto inviatemi tramite mail da Matteo, si presentava molto scura, abbastanza rovinata da strisci e fenditure varie,più una nutrita serie di ammaccature e bozzi soprattutto nella zona dell’astina.
1 L'arrivo.jpg
2 vista completa.JPG
3 vista completa.JPG
4 particolari usura.JPG
5 ammaccature sull'astina.JPG
6 ammaccature sull'astina.JPG
Dopo varie considerazioni ( leggasi mail) fatte da entrambi riguardo al fatto se fosse più conveniente provare a restaurare la calciatura oppure sostituirla con un calcio nuovo (spedito direttamente dalla Germania) ,Matteo ha deciso di affidarmi il vecchio legno per sottoporlo ad un intensivo trattamento di restauro.
Appena sono entrato in possesso della calciatura ( imballata in maniera certosina…… neppure se cadeva dal camioncino del corriere si sarebbe ammaccata più di quello che era già) mi sono reso conto subito che la finitura ( verniciatura) utilizzata dalla Wechrauch nei tempi passati era tutta un’altra musica rispetto a quella utilizzata oggigiorno: lucida,consistente,spessa,insomma,per poterla rovinare era necessario un trattamento pesante ed intensivo e penso proprio ,visto il suo stato e quello della meccanica ancora in possesso di Matteo ( anch’essa in corso di restauro) che quello sia stato il suo destino nell’arco di 40 anni di vita.
L’HW adottava negli anni 70 un curioso calciolo di plastica nera, ben fatto ma molto sottile, purtroppo in condizioni estetiche non al Top, per cui ho contattato Matteo per sapere il da farsi:
-calciolo in gomma di moderna produzione??
-restauro del calciolo vecchio??
Alla fine abbiamo concordato per una terza soluzione: costruzione di un calciolo custom in legno di Palissandro ( almeno penso sia di tale essenza, vedendo le venature ed il colore) avente stessa forma di quello originale ( stile Beretta) ma più spesso ,in maniera da allungare il calcio di circa 1 centimetro e mezzo.
13 calciolo in legno ...in process.JPG
14 calciolo in legno ...in process.JPG
Tale soluzione è stata adottata per un duplice motivo: per non “ ammodernare” eccessivamente un calcio di 40 anni fa e per il fatto che il terminale della pala non aveva un taglio perfettamente dritto, ma per pura estetica la Wechrauch aveva effettuato un taglio lievemente ricuvo.
Il vecchio calciolo comunque lo avrei ripulito/restaurato in maniera da riportarlo ,nel limite del possibile, ad uno stato più consono alla calciatura restaurata.
Ma ora veniamo ai lavori effettuati sulla calciatura.

SVERNICIATORE

Vista l’osticità e resistenza della vecchia vernice, ho deciso di utilizzare, per la sverniciatura del legno, un potente sverniciatore in gel ( potente ma rispettoso della fibra sottostante) ,applicato mediante pennello in piccolissime porzioni del calcio e lasciato agire per non più di 5 min.
La sua rimozione l’ho effettuata mediante spatola metallica e paglietta 00;causa resistenza eccessiva della vernice, tale trattamento l’ho dovuto rieseguire dalle 2 alle 3 volte ,per ogni porzione di legno trattato.
7 sverniciatura parziale  con sverniciatore.JPG
8 sverniciatura parziale  con sverniciatore.JPG


Alla fine del trattamento ho passato paglietta 000 imbevuta di trementina su tutta la superficie, in maniera da neutralizzare l’azione chimica dello sverniciatore stesso.
Il risultato è stato quello di un calcio perfettamente sverniciato, liscio al tatto, ma con una incredibile serie di macchie più o meno scure soprattutto nelle zone di maggior contatto con la pelle;astina, zona grilletto, zona calcio a pistola e zona montecarlo.
Tali macchie sono dovute sia alla vecchiaia, all’usura, alle condizioni climatiche ,ma soprattutto ad un eccessivo assorbimento del mordente color noce, dato dalla Wechrauch causa diversa porosità delle fibre del legno.
9 sverniciatura totale.JPG
10 sverniciatura totale.JPG
11 particolari.JPG
12 particolari macchie del mordente.JPG

SODA CAUSTICA

Dato che con Matteo si era deciso per una colorazione il più naturale possibile ( il faggio al naturale tende ad un color miele dorato),il passo successivo per schiarire il legno è stato quello di trattarlo con la pericolosissima Soda Caustica http://www.antichitabelsito.it/soda_caustica.htm" onclick="window.open(this.href);return false;
La soda si presenta in grani bianchi, da disciogliere in acqua ;è necessario far attenzione, in quanto la soluzione ottenuta è fortemente corrosiva.
Ho applicato la soda mediante un pennello sintetico ,lasciata agire per 10/15 min. e poi sfregata la superficie lignea mediante paglietta 000; successivamente ho lavato la calciatura mediante acqua e lasciata asciugare per 1 gg all’ombra.
Il risultato purtroppo non è stato quello sperato….il legno presentava ancora ,anche se in misura minore,le antiestetiche macchie scure.
15 passaggio con soda caustica.jpg
16 passaggio con soda caustica.jpg
17 passaggio con soda caustica.jpg
18 passaggio con soda caustica.jpg
CALCIOLO in Palissandro

Prima del trattamento con acqua ossigenata, ho sgrossato e levigato finemente il calciolo in Palissandro
19 calciolo in legno ....finito.jpg
21 calciolo in legno ....finito.jpg
23 calciolo in legno...finito.jpg

ACQUA OSSIGENATA 130 volumi

L’ultima mia risorsa per togliere o meglio, renderle il meno visibile possibile le macchie di mordente ,senza intervenire in maniera drastica con la carta vetrata, è stato quello di trattare la calciatura con acqua ossigenata a 130 volumi addizionata con qualche goccia di ammoniaca http://www.antichitabelsito.it/acqua_ossigenata.htm" onclick="window.open(this.href);return false;

Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un prodotto altamente pericoloso, da trattare letteralmente con i guanti e gli occhiali.
Ho spennellato la superficie lignea con il mix H2O2/ammoniaca e atteso qualche minuto; poi ,mediante paglietta 000 imbevuta di mix ,ho incominciato a trattare la calciatura.
Nel giro di 10/15 min, le macchie hanno cominciato a schiarirsi, sotto l’azione combinata paglietta/mix ,ma per contro ho ottenendo una calciatura letteralmente ALBINA.
25 subito prima del trattamento con acqua ossigenata ed ammoniaca.jpg
27  subito prima del trattamento con acqua ossigenata ed ammoniaca.jpg
28 calcio ALBINO dopo acqua ossigenata e ammoniaca ....ad asciugare.jpg
29 calcio ALBINO dopo acqua ossigenata e ammoniaca ....ad asciugare.jpg
30 calcio ALBINO dopo acqua ossigenata e ammoniaca ....ad asciugare.jpg
31 calcio ALBINO dopo acqua ossigenata e ammoniaca ....ad asciugare.jpg
32 calcio ALBINO dopo acqua ossigenata e ammoniaca ....ad asciugare.jpg
CARTEGGIATURA

Per rendere la superficie perfettamente liscia, in quanto ormai provata dai continui trattamenti schiarenti, ho sottoposto la calciatura ad una intensa ma al contempo delicata levigatura mediante carta vetrata avente granulometria sempre più fine ( 180/240/320/400/600).
Infine trattamento mediante paglietta 0000 imbevuta di trementina, in maniera da preparare il legno al trattamento successivo, quello con olio di lino cotto.


OLIO di LINO COTTO

Dato che il calcio aveva assunto una colorazione, pardon, decolorazione eccessica, ho deciso di aiutarlo nel riacquistare una colorazione il più simile possibile a quello che io e Matteo ci eravamo prefissati di ottenere, ovvero il faggio al naturale.
Per fare questo, ho preparato un mix di:
-olio di lino cotto
-trementina
-mordente ciliegio e un pizzico di mordente noce chiaro
-olio restauratore rosso
-lucido da scarpe rosso
..............il tutto disciolto a caldo.

Mediante pezza di cotone bianco ho incominciato ad applicare al legno il mix caldo; tale trattamento è andato avanti per 6 gg, una volta al gg; poi sono passato all’olio di lino cotto puro, fino a saturazione del legno.
Poi riposo di 7 gg in maniera da far essiccare l’olio assorbito dal legno.
33 dopo 2 mani di  olio di lino trementina e il mix di colore.jpg
34 dopo 2 mani di  olio di lino trementina e il mix di colore.jpg

Finitura ad ENCAUSTO

Dopo una leggerissima passata con paglietta metallica 0000,ho sottoposto la calciatura a trattamento con encausto, (cera vergine+trementina+cera carnauba) in maniera da rendere la superficie lignea semilucida e vellutata al tatto.
Infine una lievissima passata di cera Gubra per profumare il calcio.
35 dopo 9 mani di olio di lino + encausto.jpg
36 dopo 9 mani di olio di lino + encausto.jpg
40 veduta d'insieme calciolo originale e calciatura.JPG
Come mio solito..........foto con location " Taverna dei Pirati"
41 pala e calciolo dopo ceratura.JPG
42 particolare calciolo custom.JPG
45 dopo ceratura ...2 mani.JPG
46 dopo ceratura....2 mani.JPG
CALCIOLO original Wechrauch
47  calciolo originale anni '70 in plastica,riportato all'antico splendore...con le viti originali lucidate a cera.JPG

2° parte...MECCANICA e dintorni

La 2° parte del Restyling riguarderà tutta la meccanica e tale post sarà proposto e curato da Matteo alias Hudson.
Stefano
Due cose sono infinite......l'universo e la stupidità umana

Il laboratorio di Stefano

Avatar utente
Ciccio-58
Supporter
Supporter
Messaggi: 28308
Iscritto il: mar 21 ago 2012, 13:54
8
Località: Puglia (Ialia)
Età: 62

Re: HW35 Restyling by Hudson & Libe 1° parte

#2 Messaggio da Ciccio-58 »

Come al solito sono sempre molto attento ai tuoi lavori che seguo sempre con grande interesse ed ammirazione...!!!
Anche questa volta ti rinnovo i miei complimenti per la grande maestria e la grande pazienza con cui svolgi la tua opera e, naturalmente (non potrebbe essere diversamente), per i risultati ottenuti...!!! :clapping: :clapping: :clapping:
:friends:
--Francesco--


-Tutto è casuale...ma niente avviene per caso...! (Ciccio)
-L' "apparire" è lo squallido travestimento di chi "non è"...! (Ciccio)
-Quando le parole non servono...è meglio non dirle...! (Ciccio)

Avatar utente
Carlo5
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 21421
Iscritto il: ven 31 lug 2009, 22:35
11
Località: Sant'Agata Militello
Le mie Armi: Weihrauch HW-977
Weihrauch HW-50
Weihrauch HW-30
Weihrauch HW-45
Diana F-45
Età: 66

Re: HW35 Restyling by Hudson & Libe 1° parte

#3 Messaggio da Carlo5 »

Inserito nei segnalibri... :whink: :clapping: :clapping: :clapping:

Avatar utente
carabinabrowning
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 4767
Iscritto il: lun 2 mag 2011, 16:19
10
Località: Castelluccio Valmaggiore
Età: 56

Re: HW35 Restyling by Hudson & Libe 1° parte

#4 Messaggio da carabinabrowning »

Libeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee, certo che hudson ha avuto un :mooning: a trovare te. Bellissimo lavoro e complimenti per le foto passo-passo. :clapping: :clapping: :clapping:
CZ 550 Lux 30.06
Browning Battue Prima 30.06
Browning MK3 Hunter Fluted 30.06
Browning twentyweight cal.12
Browning B 25 Game Gun cal. 12
Marlin XT VR cal. 22
Beretta 390 Silver Mallard cal. 12
Baikal MP 153 Syntex cal. 12
Renato Gamba cal. 12
Bernardelli S. Uberto cal.12
Franchi Alcione cal. 12
Diana 460 Mag. 5,5

Avatar utente
hudson
Supporter
Supporter
Messaggi: 1705
Iscritto il: mar 3 apr 2012, 11:28
9
Località: Bergamo
Le mie Armi: Glock 17
Glock 19X
Taurus Tracker 627 Competition Pro cal. 357M
HW40
Norconia B36
Norconia B88
HW950
FWB300s
CZ452 22LR
Età: 45

Re: HW35 Restyling by Hudson & Libe 1° parte

#5 Messaggio da hudson »

Tanto :mooning: davvero.... :laugh: :laugh: ..!!

GRAZIE DI TUTTO LIBE.....!! :whink: :beer: Hud
Immagine

Avatar utente
elyteam
Maestro di tiro
Maestro di tiro
Messaggi: 1565
Iscritto il: sab 27 apr 2013, 22:54
8
Località: Napoli
Le mie Armi: Air Arms S400F
HW 40
Età: 51

Re: HW35 Restyling by Hudson & Libe 1° parte

#6 Messaggio da elyteam »

Complimenti :complimenti:
Gli articoli strutturati così accrescono il piacere di seguire il forum :cheers:
Immagine Immagine

bacce
Smanettone
Smanettone
Messaggi: 180
Iscritto il: ven 20 set 2013, 8:14
7
Località: Olgiate Comasco (CO)
Le mie Armi: Gamo P-23
Weihrauch hw50s - Vector Sentinel 4-16x50
Età: 36

Re: HW35 Restyling by Hudson & Libe 1° parte

#7 Messaggio da bacce »

:complimenti: Libe!!!
In mano tua non poteva che uscire una meraviglia!!! :clapping: :clapping: :clapping:
Alessandro

Immagine Immagine

Avatar utente
libellule
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 10499
Iscritto il: sab 19 mag 2012, 12:17
8
Località: Forlì
Le mie Armi: AC
-HW 977 4.5
-Valtro 92 4.5
-Hatsan BT65 5.5
-AGT Vulcan 5.5
-...... cal. 25.

FUOCO
-CZ 455 Varmint
-Beretta 1934 cal. 7.65
Età: 55

Re: HW35 Restyling by Hudson & Libe 1° parte

#8 Messaggio da libellule »

Grazie a tutti ragazzi.
Stefano
Due cose sono infinite......l'universo e la stupidità umana

Il laboratorio di Stefano

Avatar utente
sergio1949
Supporter
Supporter
Messaggi: 7676
Iscritto il: lun 1 feb 2010, 14:16
11
Località: Genova
Le mie Armi: Depo
.....Hw 100 Konus M30 8-32x50
AA TX 200
KalibrGuns Criket cal 5.5 Accushot 8-32x56
Air Arms TX 200 Nikko Stirling Nighteater 8-32X60
Berretta PX4 Co2
Età: 71

Re: HW35 Restyling by Libe for Hudson -1° parte-

#9 Messaggio da sergio1949 »

Una meraviglia, come al solito.
Complimenti a tutti e due.
Ciao Sergio
Immagine

ImmagineImmagine

Avatar utente
GRAPPO73
Tunizzatore accanito
Tunizzatore accanito
Messaggi: 429
Iscritto il: sab 4 set 2010, 11:58
10
Località: Montorgiali (GR)
Età: 47

Re: HW35 Restyling by Hudson & Libe 1° parte

#10 Messaggio da GRAPPO73 »

Che gran bel lavoro
Alberto

GAMO CFX
WEIHRAUCH HW30S
BERETTA Cal.20 monocolpo
SAINT ETIENNE Perfex Cal.12
BERETTA S55 Cal.12
BENELLI CENTRO Cal.12
N° 3 FRANCHI AL48 Cal. 12
BENELLI M1 SUPER 90

Alberto Grappolini Coltelli Artigianali
ImmagineImmagineImmagine

Torna a “Calciature”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite